La nostra chiesa  
 
Bacheca Avvisi

Pellegrinaggio al Santuario della
Madonna di S.Martino
a Valmadrera

Sabato 28 Maggio alle 7.00

Prima Comunione
Domenica 29 Maggio
alle 11.30 e alle 15.30
 
 
Orari Sante Messe

Feriali
alle 8.00, 9.00 e 18.30

Prefestive
alle 18.30

Festive
alle 8.00, 10.00, 11.30,
18,30 e 21.00
 
  L'editoriale del Parroco

MARIA
CI PRESENTA GESU'
 
 
Info Catechismo

Ultimo incontro Medie
Lunedì 30 Maggio alle 17.00

Ultimo incontro Ado
Lunedì 30 Maggio alle 20.30

Ultimo incontro Elementari
Martedì 31 Maggio
alle 14.30 oppure alle 16.45
 
 






    Catechesi
Catechesi Iniziazione cristiana
Catechesi Catechesi preAdo
Catechesi Gruppo Ado
Catechesi Gruppo Giovani
Catechesi Catechesi adulti
Catechesi Gruppi d'ascolto
    Pastorale Famigliare
Pastorale Famigliare Gruppi Famigliari
Pastorale Famigliare Corsi Fidanzati
Pastorale Famigliare Giovani Coppie
Pastorale Famigliare CFE
    Carità
Carità Conferenza San Francesco
Carità Conferenza Santa Chiara
Carità Banco Alimentare
Carità Centro di Ascolto
Carità Gruppo Missionario (GMG)
    Servizio agli altri
Servizio agli altri Centro Accoglienza
Servizio agli altri Circolo ACLI
    Liturgia e Preghiera
Liturgia e Preghiera Chierichetti
Liturgia e Preghiera Ministri Eucarestia
Liturgia e Preghiera Coretto
Liturgia e Preghiera Corale
Liturgia e Preghiera Gruppo di Padre Pio
Liturgia e Preghiera Terz'Ordine Francescano
Liturgia e Preghiera Adorazione Eucaristica









 
 


Pensando al mese di maggio dedicato a Maria nel contesto dell'attuale anno giubilare mi è subito venuto in mente un quadro che tante volte ho avuto la fortuna di ammirare nella bella Chiesa romana di S.Agostino.
È la "Madonna di Loreto" del Caravaggio, un quadro dunque che rappresenta un pellegrinaggio, il gesto emblematico del Giubileo.
Caravaggio non ha bisogno di presentazioni: il suo modo straordinario di presentare la realtà, di far passare il messaggio religioso attraverso la concretezza di gesti e di personaggi che non sono stilizzati, ma realissimi, rappresentati nella loro umanità è nota a tutti ed è confermata in questa opera.
In primo piano i due pellegrini: uomini di una certa età, segnati dalla fatica di una vita dura, piena di fatiche. I loro piedi nudi hanno fatto scrivere volumi: nessuno aveva mai pensato di rappresentare in un quadro sacro un particolare così realistico, così quotidiano. Piedi che parlano di una vita povera, dura, vissuta in mezzo alle fatiche e alle privazioni dei poveri della terra; parlano di uomini semplici che si presentano al Signore con un desiderio nel cuore, espresso così chiaramente dai loro atteggiamenti.
Non è questo, non dovrebbe essere questo l'atteggiamento del pellegrino? Perché compiere un pellegrinaggio se non per mettersi davanti al Signore, portando a lui le gioie e i dolori della vita e coltivando il desiderio che l'incontro col Signore possa cambiare qualcosa in noi, possa darci una forza nuova per continuare il cammino? ...
di Padre Luigi

















Parrocchia San Francesco
Piazza Cappuccini 6 - Lecco

C.F. 83012040131
0341 365401 - 0341 362818
 frati@parrocchiasanfrancescolecco.it